Laboratorio di Corniceria di Stefano Ajello

C’era una volta l’artigianato. E c’è ancora.

1. Nella tua bottega cosa crei e proponi ai clienti?
La mia bottega produce cornici e oggetti d’artigianato realizzati con materiali di recupero in legno come vecchie persiane, scuri e cose affini.

2. Per quali motivi le tue creazioni sono uniche?
Perché le faccio io. Quando si fa un lavoro manuale si mette per forza tutti se stessi in quello che si fa. Quello che faccio io riflette la mia storia, il mio modo di vedere le cose. E io ritengo che le mie creazioni siano molto particolari.

3. Che materiali tratti e trasformi? Hai un modo particolare per farlo?
I miei lavori sono interamente realizzati in legno. Per i decori invece uso vari tipi di carta in base all’abbinamento migliore con il tipo di legno e la funzione dell’oggetto. Il legno è trattato utilizzando metodi della tradizione artigiana a cui io mi rifaccio con rispetto e attenzione.

4. Dove hai imparato e da quanto tempo fai questo lavoro? Qualcuno raccoglierà il tuo patrimonio di conoscenze?
Ho imparato da solo, facendo conto sul mio spirito creativo e sul mio gusto personale. E’ stato un percorso lungo ma mi dà molta soddisfazione pensare che tutto quello che ho fatto, l’ho fatto da solo. Mi impegno in questo lavoro da 16 anni e, ad ora, non ho trovato nessuno che potrebbe raccogliere il mio patrimonio di conoscenze. E mi dispiace, perché sono tante.

5. In quale modo la tua attività appartiene alla storia e alla tradizione della città?
Perugia ha sempre avuto una grande tradizione di artigianalità. E io sento di onorarla e rispettarla. Infatti ci metto molto del mio estro ma le tecniche base che utilizzo si rifanno strettamente alle tradizioni artigiane di questa città.

6. Qual è il tuo modo personale di partecipare al futuro di Perugia?
Continuare a fare un mestiere così nobile e così umile per me è un privilegio. Già questo per me è rendere un servizio alla mia città. Se ci dimentichiamo del nostro passato sarà difficile fare passi avanti.

7. Cosa ti appassiona e cosa ti rende più orgoglioso/a di quello che fai?
Il riscontro delle persone che vedono i miei lavori. Non per vantarmi, ma un sacco di persone che vengono da me mi fanno tanti complimenti. E io sono contento, è bello vedersi riconosciuti e fare felici i tuoi clienti.

8. Qual è l’emozione più grande che vorresti comunicare a chi acquista una tua creazione?
Che piaccia l’oggetto. Che si portino a casa qualcosa che dia piacere e che sia semplicemente bello. Quando un mio cliente sente di avere fatto la scelta giusta ad acquistare un mio oggetto già per me è una gratificazione enorme.

9. Due parole a un cliente per convincerlo ad entrare nella tua bottega.
“Entri per sentire gli odori e l’atmosfera di una vera bottega artigiana.”

10. Cosa dicono più spesso delle tue creazioni i tuoi clienti?
Sono colpiti dal vedere quanti oggetti si possono ricavare dal legno che non viene più utilizzato. E sono curiosi di sapere quali sono le tecniche artigianali tradizionali che ancora io uso. Non siamo rimasti in tanti al giorno d’oggi.

Laboratorio di Corniceria di Stefano Ajello, Corso Cavour 119 – 06121 Perugia
Tel.: 075 5720821
Cell.:
328 8229143
stefanoajelloartart@gmail.com

Tweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook

Le strade degli artigiani

Video ArtiCity

Video ArtiCity

I nostri laboratori

I nostri laboratori

Seguici